Business plan sì o business plan no?

Oggi voglio soffermarmi su un aspetto che mi ha fatto riflettere leggendo il libro di una collega, Sara Colombo, dal titolo “Balance your Words – Stepping in the Translation Industry” (date un occhio qui). Tra le prime pagine trovo un articolo in cui si parla di business plan.

La collega afferma che, soprattutto per chi inizia, un business plan non è forse così fondamentale come si possa pensare. Anzi, da un certo punto di vista sembrerebbe essere controproducente, nel senso che un traduttore alle prime armi, senza esperienza, senza clienti, cosa dovrebbe pianificare così nel dettaglio? Che numeri, cifre, particolari dovrebbe avere in testa? E’ un po’ difficile, in effetti, non conoscendo ancora a cosa si va incontro e soprattutto non sapendo ancora bene come funziona il mondo della traduzione. Ovviamente un piano settimanale della propria attività ci sta: l’organizzazione delle tempistiche, quanto dedicare all’attività di marketing, alla costruzione del proprio sito web, alla ricerca di clienti, ecc.

Mi sento particolarmente in sintonia con la collega. Quando è nata la mia attività con lo Studio Acler, non sono partita con un business plan dettagliato in mente. Sono andata un po’ “a naso”, ovvero ho seguito il mio istinto e vivevo un po’ alla giornata, leggendo blog, forum, siti, gruppi online, newsgroup, ecc., per capire cos’era veramente il mondo della traduzione e cosa comportava dal punto di vista professionale. Forse oggi, a distanza di qualche anno, sono più propensa a stendere un mio business plan, ora che ho una rosa di clienti più o meno stabili, i miei software, i miei progetti futuri per espandere l’attività. Ora sì che devo gestire al meglio tempistiche, budget, casa, famiglia. Ora sì che il business plan diventa quasi necessario.

E voi, cosa ne pensate? Avete un business plan? Lo avete realizzato sin dall’inizio della vostra attività? O non ci avete mai pensato veramente? Siate liberi di commentare!

Annunci

4 pensieri su “Business plan sì o business plan no?

  1. Ciao Irene,
    bè, sicuramente è una domanda po’ difficile da rispondere. Come dici tu, all’inizio, ma anche nei momenti di meno lavoro, un business plan può non essere fondamentale per l’organizzazione del proprio lavoro, ma quando i progetti si accumulano e hai una ventina di migliaia di parole da tadurre in una settimana, o devi decidere se accettare lavori così lunghi in un periodo di tempo relativamente stretto, è meglio buttar giù una griglia settimanale con orari, numero di parole da tradurre e quant’altro. A me ha aiutato molto in alcune occasioni.
    In mesi come questi, dove il lavoro di solito scarseggia un po’ di più (luglio e agosto, ad esempio), un professionista può cercare di organizzarsi la giornata lavorativa mandando via CV o brochure ad agenzie o privati, ad esempio. Comunque sia l’organizzazione è sempre positiva, anche se non imprescindibile.
    Un saluto!
    Chiara
    http://www.diariodiunatraductora.wordpress.com

    • Ciao Chiara.
      Certamente la “griglia settimanale” di cui parli è assolutamente necessaria per organizzare al meglio i singoli giorni e giostrarsi tra le varie attività che il traduttore è tenuto a fare. Senza un minimo di organizzazione si rischia di fare tante cose, e farle magari male!

  2. Concordo con Chiara!
    Forse più che un business plan, all’inizio, penso, un marketing plan (per non parlare del “financial plan”) sia, sì, fondamentale; da questi due si può passare, aumentato il volume di lavoro, al business plan vero e proprio. Ma prima, quando bussi a tutte le porte e traduci al massimo il menù dei kebabbari, rischi di rimanerci malissimo e basta!
    Saluti!
    Valentina

    • Ciao Valentina.
      Mi hai fatto sorridere nel leggere dei kebabbari 🙂
      Comunque hai ragione, all’inizio si rischia di avere tante belle idee, e tanta voglia di fare, ma la realtà dei fatti è più dura del previsto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...