Sezione Q&A n°1: come fare esperienza

Eccoci ritornati dopo una breve pausa di Ferragosto!

Voglio inaugurare oggi una nuova “cateogoria” del mio blog, ovvero una sezione Q&A, dedicata alle domande che mi vengono poste da molti traduttori, alle prime armi e non, tramite blog, e-mail e webinar.

Oggi risponderò quindi alla domanda di Elisa, che mi chiede:

Sono una traduttrice alle prime armi, ho appena terminato gli studi in Traduzione e Interpretariato, come posso crearmi un database di clienti? Tutti richiedono esperienza. Sono molto demoralizzata, non vedo molte vie di uscita. 

Cara Elisa,

La tua è una domanda da un milione di dollari! Tutti coloro che hanno deciso di intraprendere questa professione, chi più chi meno, si trovano in questa situazione. La domanda è stata posta molte volte, su altri blog e forum, ma voglio comunque analizzarla qui perché la sento particolarmente vicina. Ti voglio quindi raccontare (sarò brevissima, lo prometto!) la mia storia.

Quando ho iniziato la professione di traduttrice, ero esattamente nella tua precisa situazione. Appena laureata, esperienza: zero, curriculum inviati: a centinaia, risposte: zero. Mi sono detta, c’è qualcosa che non quadra.

Quindi, sistema il CV, sistema la lettera di presentazione, e avanti con l’invio ad agenzie e aziende. Finché ho ricevuto una risposta! Alleluia! Non mi pareva vero! In sostanza, una traduttrice italiana con sede nel Regno Unito aveva creato la propria agenzia di traduzioni e non so ancora come, non so perché, ma mi ha preso sotto la sua ala protettiva, insegnandomi le basi, dandomi suggerimenti utilissimi, e facendomi tradurre qualche testo.

Ecco, per me tutto è iniziato così. E qui viene il “bello” (o il “brutto”, dipende dai punti di vista!): molto spesso ci vuole anche tanta fortuna! Fortuna di trovare persone come la traduttrice che ho trovato io; fortuna di trovare il cliente giusto, nel momento giusto; fortuna di trovare colleghi che ti possano aiutare, sostenere, dare un occhio alle tue traduzioni, darti suggerimenti… Ma la fortuna, ovviamente, non basta!! Ci sono alcune possibilità concrete per crearsi esperienza.

In primo luogo, suggerisco di provare a contattare organizzazioni non profit, e quindi di tradurre come volontari. Si tratta di una grande esperienza che permette, innanzitutto, di iniziare effettivamente a tradurre. In secondo luogo, permette di focalizzarsi su tematiche ben specifiche, e quindi di crearsi una terminologia specialistica che potrebbe poi diventare utile in futuro. I testi tradotti per queste organizzazioni potrebbero infatti far parte di una nostra eventuale area di specializzazione.

In secondo luogo, suggerisco anche di tradurre per sé stessi. Magari non è così stimolante come lavorare per importanti agenzie o aziende, ma provate a scegliere un testo, magari a darvi una scadenza specifica, e a tradurre per conto vostro. Con il tempo, ciò permette di crearsi glossari e liste di termini specifici.

Terzo suggerimento, leggete traduzioni effettuate da altri, annotatevi le scelte terminologiche effettuate, provate a tradurre anche voi qualche testo già tradotto per poi confrontare le due versioni e capire cosa c’è che non va o che può essere migliorato nelle vostre creazioni.

Infine, leggete tanto. Se avete già un’area di specializzazione, un settore nel quale vorreste diventare dei veri e propri esperti, leggete manuali, testi, blog, siti web. Tutto ciò aiuta a familiarizzare con la terminologia del settore.

Ultimo aspetto da considerare: se volete mostrare ai vostri potenziali clienti che, nonostante non possediate l’esperienza di traduttori già affermati sul mercato, siete comunque competenti in un dato ambito, potete riunire tutte le traduzioni che avete effettuato e crearvi un portfolio (in pdf), da allegare al vostro curriculum, da pubblicare sul vostro sito o blog. In questo modo il potenziale cliente potrà toccare con mano e capire cosa effettivamente siete in grado di fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...