Le 5 cose che un traduttore deve sapere

Oggi vi propongo una riflessione su lavoro del traduttore. Ecco le 5 cose che un traduttore deve assolutamente sapere:

  1. Tradurre non è un passatempo, è una professione. Non è perché conosco più o meno una lingua che posso improvvisarmi traduttore, accettando magari tariffe da fame. Un traduttore – che, attenzione!, non significa necessariamente che ha conseguito un diploma in Traduzione e Interpretariato – è un professionista con una solida preparazione in una o più lingue straniere, un’ottima capacità di scrittura nella propria lingua madre e una o più specializzazioni vere, nel senso che conosce un settore più che bene.
  2. Se decido di intraprendere la professione di traduttore, avendone, diciamo, i “requisiti”, non è necessario aprire immediatamente la partita iva. Fino a un determinato tetto di ricavi, è possibile rilasciare una ricevuta. Questo è importante perché ci permette di capire se effettivamente fare il traduttore è quello che vogliamo veramente, o se, dopo qualche mese, scopriamo che non è quello che ci aspettavamo.
  3. Tradurre è un lavoro tendenzialmente solitario: nel senso che il traduttore lavora generalmente da casa (o da un singolo ufficio), da solo, con il proprio pc e i propri strumenti, senza poter scambiare due parole (dal vivo) con i colleghi. Naturalmente la tecnologia ci permette di interagire con mille altre persone, ma tendenzialmente ciò avviene sempre dietro a uno schermo. Ok, ci sono seminari, convegni, corsi, ma quando incontriamo fisicamente altri colleghi si tratta più propriamente di momenti di formazione, e non lavoro in senso stretto. Questo è da sapere, perché se non amiamo stare da soli, e ci garba di più l’idea di un ufficio affollato, di fare la pausa caffè chiacchierano con il collega o la pausa pranzo con il capo, qui possiamo togliercelo dalla testa.
  4. Fare il traduttore implica essere imprenditore di se stesso: non abbiamo un capo che ci dà le direttive da seguire, siamo noi che dobbiamo costruirci la nostra attività, da zero. Per cui tradurre è “solo” una parte del lavoro in sè: dobbiamo fare marketing, fare network, gestire la contabilità, scrivere e inviare fatture, andare a caccia di clienti, mandare e-mail… ci sono tutta una serie di attività “secondarie” assolutamente necessarie per portare avanti bene questo lavoro. Inoltre, ricordate che fare il traduttore non significa sempre lavorare dalle 8 alle 17, e poi si chiude l’ufficio. L’orario di lavoro un po’ lo decidiamo noi, un po’ ci viene dettato dalle esigenze dei clienti. Siamo noi a gestire il tutto e, se necessario, talvolta sarà necessario lavorare il weekend (è comunque una decisione nostra, se per esempio ci viene richiesto da un cliente molto importante per noi), oppure fino a sera inoltrata perché il giorno dopo dobbiamo consegnare per le 8.00. Se siamo persone indipendenti, intraprendenti e dinamiche, può fare al caso nostro. Se al contrario, stiamo meglio nell’ambiente sicuro offertoci da un ufficio… meglio pensarci bene!
  5. Fare il traduttore richiede un aggiornamento costante: questa professione è estremamente dinamica, per cui il traduttore deve essere disposto ad aggiornarsi costantemente, seguendo corsi di formazione e specializzazione. Questo perché innanzitutto gli strumenti informatici, i famosi CAT Tools, si evolvono in continuazione, vengono migliorati e potenziati, e per poterli usare correttamente è necessario stare al passo con le modifiche apportate. In secondo luogo, dobbiamo approfondire sempre di più i nostri ambiti di specializzazione, per poter offrire al cliente un servizio di effettiva qualità.

E voi cosa ne pensate? Cosa implica fare il traduttore per voi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...