Insegnare le lingue

Anche oggi vi voglio proporre un estratto dal mio e-book  7 modi per diversificare la propria attività di traduzione, che potete scaricare gratuitamente, con un semplice retweet, dal mio sito a questo link.

Vi voglio parlare di una delle varie modalità per diversificare la vostra attività di traduzione, dedicandovi all’insegnamento delle lingue.

[…] Partiamo dal presupposto che un traduttore, nella maggior parte dei casi, traduce verso la propria lingua madre (a meno che non sia perfettamente bilingue) e ha una solida preparazione in ambito linguistico e culturale nella lingua dalla e verso la quale traduce. Per quanto riguarda la sua lingua madre, dovrebbe avere un’ottima padronanza tanto a livello orale quanto, soprattutto, a livello scritto. Quindi, perché non sfruttare le proprie conoscenze linguistiche per impartire lezioni di lingua? […]

Noi traduttori possiamo trasformarci in docenti di lingue: principalmente dovremmo sentirci più a nostro agio nell’insegnare la nostra lingua, ma una solida preparazione nelle altre lingue di lavoro permette senz’altro di offrire lezioni anche nella lingua straniera. Quante volte non lo abbiamo fatto quando studiavamo all’università, per racimolare qualche soldo e pagarci i libri o le tasse universitarie? Perché quindi non applicarlo ora che siamo dei traduttori professionisti e che abbiamo sicuramente una preparazione più approfondita?

D’altro canto, molti traduttori lavorano come docenti presso scuole pubbliche o private. In questo caso la situazione è un po’ diversa in quanto un impiego presso un’istituzione scolastica comporta un carico di lavoro non indifferente e potrebbe anche togliere del tempo prezioso all’attività di traduzione. Parlerei quindi di docenti che, come attività secondaria, svolgono anche la professione di traduttori. Se l’attività di insegnamento viene svolta part-time, la situazione è ancora diversa.

Al contrario, qui stiamo cercando di capire come è possibile diversificare l’attività che il traduttore e/o interprete svolge quotidianamente.

È possibile svolgere l’attività di docente di lingue secondo due modalità:

  • in situ: si impartiscono lezioni presso il proprio domicilio o un altro luogo da concordare con l’eventuale interessato, il tutto comunque in un’area geografica ben circoscritta;
  • online: non avevate considerato l’enorme potenziale offerto da internet? Serve solo una buona connessione a internet, il programma Skype e il gioco è fatto! Si possono stabilire orari e tempistiche, e connettersi a Skype all’ora concordata. Esistono anche vari siti web che offrono liste ben organizzate di docenti delle lingue più disparate e il loro funzionamento è estremamente facile: basta iscriversi gratuitamente inserendo il proprio profilo professionale indicando nello specifico le lingue insegnate e le proprie tariffe. Poi le lezioni vere e proprie si svolgono su piattaforme dedicate o semplicemente tramite Skype.

Tra i siti che offrono liste di docenti di lingue vi segnalo:

www.verbalplanet.com

www.avatarlanguages.com

www.livemocha.com

www.myngle.com

Sono molto ben strutturati e funzionano davvero! Io personalmente ho provato Verbal Planet, e lo uso tuttora per insegnare a studenti dislocati in tutto il mondo. Inoltre ci si iscrive gratuitamente, senza costi di nessun genere, per cui vale sul serio la pena provarli.

Le lezioni in situ offrono il vantaggio di poter avere un contatto diretto con il proprio allievo. D’altra parte, però, l’audience di riferimento è sicuramente più ristretta, circoscritta ad una zona geografica ben precisa. Al contrario, impartendo lezioni online non è possibile stabilire un contatto stretto con l’alunno (anche se oggi le webcam ci permettono di fare miracoli!), ma senza dubbio il target di riferimento è quanto mai vasto: potenzialmente possiamo avere studenti di tutto il mondo interessati alla nostra attività di docenza.

Iscriversi su siti che offrono la possibilità di insegnare le lingue rappresenta un vantaggio iniziale significativo: si ha l’opportunità di ottenere visibilità. Chi oggi non utilizza internet per cercare informazioni specifiche o semplicemente per “navigare” un po’? In questo modo chiunque, potenzialmente, potrebbe imbattersi in uno dei siti che offrono questo servizio, e da lì potrebbe scoprire proprio voi e i vostri servizi!

 Una volta iniziata l’attività di docenza, e capiti i meccanismi di funzionamento di questi programmi, con il tempo si può anche pensare di diversificare a sua volta l’offerta di insegnamento, permettendo ai propri discenti di scegliere tra varie tipologie di lezioni e/o corsi, per esempio:

  • lezioni individuali: utili per chi è principiante assoluto e deve essere seguito passo passo, oppure per chi ha bisogno di una preparazione specifica in una data lingua o in un determinato settore;
  • lezioni di gruppo: si può decidere di creare dei gruppi con un massimo di 5 o 6 persone che abbiano lo stesso livello di conoscenza di una data lingua e strutturare delle lezioni comunitarie favorendo in particolar modo l’interazione tra i discenti e puntando molto sulla competenza parlata;
  • corsi aziendali: dal momento che i traduttori tendono a specializzarsi in uno o più ambiti, potrebbe essere interessante strutturare dei corsi aziendali specifici, per esempio, un corso di business English o corsi di inglese che si focalizzino sulla terminologia specifica utilizzata dall’azienda (che può andare dall’ambito metalmeccanico al settore farmaceutico, da quello chimico a quello ferroviario, ecc.).

 Inoltre, quando l’attività di docenza è ben avviata e quindi abbiamo costruito un bel giro di clienti, può essere un’idea vincente dedicare una sezione del proprio sito web o blog specificatamente a questa attività, descrivendone in dettaglio le caratteristiche, offrendo link utili e risorse, annoverandola pertanto a tutti gli effetti tra i servizi offerti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...