3 strumenti open source di conteggio per traduttori

Sulla base del mio webinar Strumenti per traduttori: come equipaggiarsi al meglio tenutosi qualche tempo fa sulla piattaforma di proz.com, attualmente disponibile on demand per chi fosse interessato, vorrei soffermarmi oggi su alcuni strumenti di conteggio attualmente a disposizione. 

Sappiamo bene quanto sia importante per noi traduttori effettuare dei conteggi, che siano sulla base di parole/righe/cartelle, per poter effettuare dei preventivi accurati e precisi. 

Tanto per farvi un esempio, recentemente mi è stato chiesto un preventivo per tradurre un catalogo di argomento tecnico di 370 pagine. Queste erano le sole indicazioni fornitemi. Vedete bene che è impossibile fare un preventivo in questo modo. Non so se le pagine contengono immagini, non so quante parole trovo in ciascuna pagina, e le pagine inoltre possono essere scritte a caratteri cubitali oppure minuscoli. Un preventivo alla cieca non è proprio possibile! Per essere appunto precisi, abbiamo bisogno di tutta una serie di informazioni, dal numero di parole/righe/cartelle, al tipo di file (pdf, ppt, word, excel, html o altro), ad un’eventuale urgenza nella consegna o necessità di lavoro durante il weekend. Le variabili in gioco sono davvero tante e vanno tutte soppesate accuratamente per fornire al cliente un preventivo concreto, senza dover dare brutte sorprese a fine lavoro.

Gli strumenti di conteggio a disposizione di un traduttore sono davvero molteplici, alcuni a pagamento, altri gratuiti utilizzabili online o scaricabili direttamente dalla rete. Forse vi chiederete, qual è il migliore? Quale ci consigli? Beh, dipende. Sostanzialmente ognuno dovrebbe fare delle prove, capire la funzionalità dei vari strumenti presenti sul mercato e poi decidere quello che più gli/le aggrada, anche sulla base dei documenti che è solito tradurre (se, per esempio, i miei clienti mi mandano molto spesso documenti in pdf, mi concentrerò nella ricerca di uno strumento che lavori particolarmente bene con questo tipo di formato).

Detto questo, qui vi voglio mostrare tre strumenti specifici, tutti open source: Count Anything, Translator’s Abacus e Fee Wizard.

 

Count Anything

Il primo tool in lista è Count Anything. Si tratta di uno strumento a mio avviso molto utile, gratuito e per Windows.

Questi sono i formati che supporta e sono davvero numerosi:

Microsoft Office:
Word (.doc, .rtf)
Excel (.xls, .csv)
PowerPoint (.ppt)

Open Office:
Writer (.odt)
Impress (.odp)
Calc (.ods)

HTML
XML
Text
PDF

Quando aprite il programma, dopo averlo scaricato sul vostro computer, vi si presenterà questa schermata:

countanything

Cliccate su Start, scegliete il file di cui volete contare le parole, e poi cliccate in basso a destra su Count.

Otterrete quest’altra schermata (io ho inserito un file su cui stavo lavorando), che vi dà il numero di parole, caratteri con e senza spazio, e numero di eventuali caratteri non asiatici:

countanything2

E’ anche possibile effettuare dei conteggi multipli, ovvero selezionare più file contemporaneamente, risparmiando così del tempo prezioso che potete invece dedicare alla traduzione vera e propria dei vostri documenti.

Tra l’altro ho fatto una controprova con lo strumento di “conteggio parole” di Microsoft Word e con il CAT Tool Déjà Vu X3 che utilizzo, e i conteggi devo dire che combaciano.

 

Translator’s Abacus

Un altro strumento molto carino è Translator’s Abacus, sempre gratuito.

Qui trovate la schermata iniziale, che vedete è molto essenziale. Il suo uso è molto facile, basta selezionare il file da convertire alla voce Add Files.

abacus

 

Poi premete “Report Word Count” e otterrete questa schermata, sotto forma di pagina htm:

abacus2

Io ho caricato un file in Word per mostrarvi un esempio concreto, quindi nella terza fascia in orizzontale trovo il mio conteggio, che anche questa volta corrisponde al conteggio effettuato tramite la funzione specifica di Microsoft Word e al conteggio che ho poi verificato con Déjà Vu X3.

La cosa interessante è che permette di effettuare conteggi non solo di documenti nel classico formato Word, ma anche pdf, file html e rtf.

 

Fee Wizard

Il terzo strumento interessante e sempre gratuito che vi voglio mostrare è Fee Wizard, il quale permette di effettuare delle conversioni tra metodi di calcolo di tariffe diversi. Per esempio, se sono solita fatturare in Sterline inglesi per source word e voglio conoscere l’equivalente tariffa in Euro per target word, oppure se di solito calcolo una tariffa a riga, e mi chiedono invece una tariffa a cartella. Ecco questo strumento fa al caso nostro!

Questo programma non va scaricato sul computer ma lo andiamo ad utilizzare direttamente in rete, per cui non avete il problema, se volete, di intasare il computer con un’ulteriore programma che inevitabilmente occupa il suo spazio.

Come vedete qui in basso l’interfaccia è piuttosto semplice e intuitiva, basta scegliere innanzitutto lingua source e lingua target, e poi selezionare il metodo di conteggio di partenza e quello di arrivo che ci interessa per quel particolare progetto di traduzione.

fee wizard

Ovviamente questo strumento è particolarmente valido se lavorate molto con l’estero e avete bisogno di avere un riscontro rapido di quante parole/righe/cartelle contiene un dato documento.

 

E voi che mi dite, conoscete qualche altro strumento particolarmente valido per effettuare conteggi su documenti da tradurre?

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...